TARIFFE E LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI

APPLICATE PRESSO GLI STUDI DI OSTIA E LADISPOLI APERTO AD AGOSTO

Esame impedenzometrico

Esame impedenziometrico

L’ esame impedenziometrico, detto anche impedenziometria, rileva informazioni riguardanti lo stato di salute dell'orecchio medio del paziente, ossia di quella parte dell'orecchio che si occupa di trasferire i suoni dall'esterno alla parte nervosa (orecchio interno). L'orecchio medio è spesso sede di processi infiammatori acuti e cronici che si raggruppano con il termine di otiti medie; esso si compone di:

  • membrana timpanica;
  • cassa timpanica;
  • catena degli ossicini (martello, incudine, staffa);
  • cavità mastoidee;
  • tromba di Eustachio.

Generalmente l’esame impedenziometrico viene eseguito assieme alla prova audiometrica per la topodiagnosi di lesioni e può essere effettuato su adulti, bambini e donne in gravidanza; l’esecuzione del test è veloce ed indolore e può essere ripetuta nel tempo senza alcuna limitazione.

Le patologie identificabili con l’impedenziometria

L'esame impedenzometrico è in grado di fornire informazioni sul coinvolgimento delle strutture dell'orecchio medio nelle patologie che lo interessano; in particolare è di estrema utilità nella diagnosi di:

  • otiti medie (in particolare nel sospetto di accumuli sierosi, catarrali etc.);
  • otosalpingiti - tubariti (infiammazioni della tromba di Eustachio);
  • insufficienza tubarica (alterazione dell'attività della tromba di Eustachio);
  • perforazioni timpaniche (quando non rilevabili all'otomicroscopia);
  • otosclerosi (blocco della motilità della catena degli ossicini);
  • ipoacusie neurosensoriali (discriminazione tra patologia cocleare e/o del nervo acustico);
  • patologie del nervo facciale;
  • patologie della via acustica centrale.

Attraverso questo tipo di analisi è possibile verificare la funzionalità della tromba o tuba di Eustachio in corso di otite catarrale, catarro tubarico, catarro tubotimpanico, glue ear e versamento endotimpanico. Viene inoltre consigliato in pazienti pediatrici affetti da vegetazioni adenoidi ipertrofiche, dove si può riscontrare frequentemente un versamento endotimpanico o otite sieromucosa con ipoacusia

Share by: